L'ORGANO RAVANI DEL XVII SECOLO, UN RESTAURO FELICE

pubblichiamo oggi un articolo inviatoci dall'amico Enrico Barsanti

 

SCHEDA TECNICA DELL'ORGANO

organo Ravani sec.XVII

Manuale di 45 tasti ( DO1-DO5) con la prima ottava corta in bosso e ebano. Le leve sono in faggio intagliato sul frontalino con un motivo trilobato.

REGISTRI

Principale 4' sempre inserito, in facciata SI1 a Mi3;

Ottava 2';

decimaquinta 1' (ritornella DO*4).

 

Somiere a tiro, costruito con un unico pezzo di noce.

IL materiale fonico č composto da una serie di canne tardo gotiche riutilizzate dai Ravani, da una serie di canne di Ravani, e di circa 10 canne riferibili a Domenico Pucci (autore lucchese del XIX sec.).

Le canne tardo gotiche sono riconoscibili dalla fattura delle lastre, dalla saldatura e dal labbro superiore a mitria rilassata.

 in sintesi le canne sono cosė classificate:

Canne gotiche: principale 4' (17), ottava 2' (21) XV (0)

Canne Ravani   Principale 4' (20) Ottava 2' (18) XV (40)

Pucci              Principale 4' (0)    Ottava (5)      XV (5)

Nuove              Principale 4' (8)    Ottava (1)      XV (1)

 

Attualmente l'organo č costudito nella sala della musica del museo nazionale di Palazzo Mansi in Lucca.

Piccolo ma di notevole rilavanza storica e musicale ha un suono limpidissimo, ed un tocco pauroso pasta sfiorare leggermente il tasto per farlo suonare.